Lega Calcio
Lega Ciclismo
Altri Sport
Piscine Palestre
Sport per tutti e sport professionistico
Newsletters
Mercoledì, 18 Settembre 2019 ore 11:12
Home  >  News -> Struttura
Tour silenzioso della solidarietà

..la foto è quella della partenza dalla piazza principale della  capitale del Senegal(Dakar, Mercoledi 18 Marzo 2009)) dove il Ministro degli Esteri e varie Autorità sportive hanno dato ufficialmente il via alla edizione zero del "Tour silenzioso della solidarietà" promosso dalla Uisp Nazionale in collaborazione con il Comitato Bici d'Italia in Africa. Il Tour inizialmente doveva collegare Dakar a Bamako (le due capitali del Senegal e Mali) che per motivi organizzativi e di sicurezza si è svolto solo all'interno del Senegal ma con la presenza anche dei referenti della Federazione ciclistica del Mali.  Il gruppo  era composto da 14 ciclisti sparsi per l'Italia tra cui 6 senesi ed era accompagnato dai responsabili nazionali della Uisp (Carlo Balestri, resp.eventi internazionali, Massimo Tossini, grandi eventi oltre a Elena Elia del Comitato Bici d'Italia in Africa, Roberto Rinaldi di Peace Game e Daniele Masala pluricampione olimpico e mossiere al Palio di Siena e due giornalisti che hanno filmato e scritto sull'evento) a cui venivano aggregati 4 ciclisti senegalesi ed un amatore italiano che vive in quel paese. Per quattro giorni il gruppo sotto il sole (meno male che era ventilato) si è mosso da Dakar lungo la costa e verso l'interno per circa 400 km. toccando le città di Joal, Kaolak,Djourbel,Thies e Saint Louis su un terreno completamente pianeggiante, vestiti in maniera uniforme (abbigliamento fornito dall'Uisp e creato per l'occasione) , salutati calorosamente al loro passaggio nei vari villaggi, con applausi,saluti (bravvoo...), con bambini che correvano verso la strada vocianti per vedere da vicino questi strani esseri su biciclette luccicanti e le tante belle ragazze sorridenti dentro a quei vestiti colorati.Il nostro passaggio, preceduto dalle moto della Gendarmeria locale, con pulmino, furgone e ambulanza al seguito era una lieta novità che avvicinava il nostro mondo al loro e metteva in risalto non l'aspetto ciclistico ma quello della solidarietà, della disponibilità di una grande Associazione come l'Uisp a perseguire nel suo cammino la vicinanza a certe tematiche.  Il programma prevedeva giornalmente la visita ad una serie di progetti portati avanti in quel paese da ONG Italiane che abbiamo conosciuto, apprezzato e verranno valutate le possibilità di collaborazione fermo restando di una serie marcatura ad aspetti propri dell'Uisp, che verranno presentati in seguito. 
Un'edizione zero che ha lasciato in tutti la voglia di costruire un percorso solidaristico serio.

Invia ad un amico   Indietro
Attività Estive
Progetti ed Eventi
Risultati
Tutti i sondaggi
Copyright © UISP - Comitato Provinciale di Siena
Str. Massetana Romana 18 - 53100 Siena - Tel. 0577 - 271567 - Fax 0577 - 271907